adsesnse

Le 10 cose che i calciatori non possono fare

Share:
Condividi l'articolo con i tuoi amici

Spesso ricchi e viziati, i calciatori non possono fare tutto però… 

La vita degli assi del pallone è invidiata da molti, ma non è tutta rose e fiori, Ci sono infatti delle cose che ai calciatori non sono concesse…

calciatori non possono fare calciatore che salta

1. Andare in moto

I calciatori non possono andare in moto perché le due ruote sono pericolose e rischiano di fare incidenti che potrebbero compromettere la carriera.

2. Ingrassare

Ogni società prevede una multa per ogni chilo di sovrappeso. È vero anche che con tutti i soldi che guadagnano forse alcune volte, piuttosto che rinunciare a qualche sgarro, sono disposti a pagare!

calciatori non possono fare uomo che misura circonferenza vita

3. Scommettere sulle partite

Ai calciatori è assolutamente vietato, il conflitto di interessi è palese, scommettere su qualsivoglia partita. Non sarebbe etico, infatti chi lo ha fatto in passato – ricorderete i fatti di cronaca di qualche anno fa relativi al giro di scommesse clandestine tra giocatori – è stato duramente punito.

calciatori scommesse

4. Scegliere come vestirsi

Ecco una cosa che i calciatori non possono fare a cui forse in pochi pensano, tuttavia un errore nella scelta dell’outfit potrebbe costargli davvero caro per via degli accordi con i loro sponsor.

calciatori non possono fare uomo con vestiti

5. Praticare altri sport

Vale lo stesso detto per le moto. Per un calciatore professionista è assolutamente vietato giocare ad altri sport, che siano boccette, golf o una partita a tennis con un amico, per evitare possibili infortuni che si ripercuotano sulla loro carriera.

claciatori non possono fare altri sport

6. Fare outing

Tra le cose che i calciatori non possono fare c’è anche questa: gli è  severamente vietato rendere pubbliche le loro tendenze sessuali, per evitare ripercussioni da parte di tifosi poco “educati” alle differenze di gender.

calciatori non possono fare outing

7. Licenziarsi

I giocatori sono legati alla squadra da un contratto che, per alcuni più di altri, vieta il licenziamento volontario… il che li rende praticamente legalmente “ostaggi” della loro squadra.

8. Andare in vacanza per un mese di fila

Il lavoro è lavoro, anche e soprattutto per un calciatore professionista. È infatti la società a scegliere quando dar loro le ferie in base agli impegni di campionato o extra campionato. Proprio come noi nel nostro lavoro!

uomo in relax

9. Giocare meno di 3 partite a settimana o saltare un allenamento

Proprio come chi ha un lavoro “normale” anche i calciatori non possono scegliere di non giocare una partita di allenamento o di non partecipare agli allenamenti quotidiani, a meno di non avere giustificati problemi di salute. Pena una punizione o una multa.

calciatori non possono fare meno di 3 partite

10. Avere un secondo lavoro

Chiaramente la maggior parte non ne ha bisogno, ma se ad esempio avessero il desiderio di rilevare un’attività di famiglia, i calciatori professionisti non possono svolgere un secondo lavoro, a meno che non sia approvato dalla loro società.

calciatori non possono fare un secondo lavoro


Condividi l'articolo con i tuoi amici
Articolo Precedente

Il tuo partner ti tradisce? Osserva bene questi segnali per scoprirlo!

Articolo Successivo

Le 10 cose che gli uomini non dicono, lo sapevi?

Ti potrebbe piacere